Galleria Macca
SULLA CURVA CHIUSA

20. 07. 2017 / 05. 09. 2017- ore: 19:00 - 21:00
Galleria Macca


www.galleriamacca.com

L’artista Rafa Munárriz (Madrid, 1990) costruisce la sua ricerca artistica partendo da un’osservazione quotidiana e silenziosa.
Registra, archivia e accumula azioni e materiali, dai piu’ minimi dettagli a grandi strutture. Uno sguardo attento che identifica non solo i materiali, ma anche le energie che vengono associate all’idea di costruzione come progresso sociale. Munárriz continua il lavoro sull’archivio personale analizzando i codici stabiliti in contesti predeterminati. Quelle regole che sono talvolta presupposte - per esempio, quelle determinate dalla natura - come quelle che sono imposte dalle dinamiche sociali – e gia’ presenti negli esempi del passato. Per la sua personale alla Galleria Macca, l’artista ha realizzato una serie di disegni, sculture e una video-installazione partendo dall’osservazione dei circuiti di corse automobilistiche, come quello destinato alla Formula 1 a Interlagos, São Paulo. Questi complessi, come i teatri greci dai quali derivano, sono esempi dell’applicazione del concetto di “curva chiusa”. Le opere funzionano, in questo modo, come un insieme che permette di iniziare una riflessione sui flussi, percorsi, circuiti, transiti e, la chiave di lettura del suo lavoro, le possibili trasformazioni attraverso l’alterazione dei codici di cui sopra.
Come si apre il cerchio? Dove ci porterebbe la sua linea infinita? Che nuovi significati si troverebbero pensando a cosa c’e’ fuori dal cerchio, dal circuito chiuso, dall’Isola?
Munárriz, proponendo una transformazione nei transiti di energia nei suoi circuiti, ovvero modificando i codici del circuito originale, crea una metafora di un processo di sovversione in un sistema, o struttura, sociale.